Dalla Sicilia l’esperienza del Coworking e FabLab pubblico di Partanna – Trapani.

Essere parte di un Network nazionale significa avere accesso ad esperienze e buone pratiche che – diversamente sfuggirebbero al nostro radar, per forza di cose orientato al nostro ambito operativo, Urbino e le Marche per la maggior parte del tempo.

E’ questo uno dei motivi che ci ha portato alla scelta – già diversi anni fa – di avvicinarci alla Rete Cowo ed entrare a far parte di questa realtà, presente in tutta Italia e sempre attiva nel far circolare quanto di buono accade in tutti i territori della nostra bella Italia.

Un caso sicuramente meritevole di grande attenzione – e, secondo noi, anche di grande ammirazione per la capacità e la visione dimostrata dai suoi promotori – è l’iniziativa di Coworking e FabLab pubblico sviluppata a Partanna, in provincia di Trapani, dalla giunta locale nel corso dell’ultimo anno.Coworking e FabLab a Partanna: il sindaco Nicolò Catania

E’ stato infatti inaugurato circa 12 mesi fa, in un comune di 11.000 abitanti, un innovativo spazio condiviso dedicato all’utilizzo in forma di Coworking e FabLab da parte dei professionisti e delle imprese locali.

E’ legittimo chiedersi che tipo di esigenze in termini di Coworking e FabLab ci possano essere in un comune di 11.000 abitanti… ma proprio qui scatta l’intuizione di Sindaco (nella foto a destra) e Vicesindaco.

L’operazione nasce infatti da una considerazione grave e, purtroppo, drammaticamente vera: un tasso di disoccupazione a livelli intollerabili, unito a una preoccupante tendenza, da parte dei giovani, a rinunciare perfino a cercarlo, un lavoro (la tristemente famosa mentalità NEET, Not Engaged in Education Employment or Training).

Da questa base, approfondita con adeguati studi, l’amministrazione di Partanna (Trapani) ha sviluppato un progetto di grande interesse, che – realizzato grazie a finanziamenti esterni – è arrivato dopo un solo anno ad auto-sostenersi economicamente.

Ma questo non è nemmeno il dato più importante, visto che gli esiti in termini di sviluppo delle opportunità occupazionali e, più in generale, di nuove iniziative economiche e professionali sul territorio sono stati più che lusinghieri.

A fine post troverete la presentazione completa tenuta dal Vicesindaco Antonino Zinnanti a Milano, lo scorso settembre 2017.

Un’ultima riflessione: tra gli aspetti che ci hanno colpito di più, in questa straordinaria iniziativa, c’è il fatto che provenga da un piccolo comune della Sicilia.

Oggi più che mai abbiamo la sensazione che il buon operare possa avvenire ovunque, non ci sono più limiti territoriali o geografici, ma solo limiti mentali e operativi.

E grazie Partanna per la bella ispirazione che il vostro lavoro ci sta dando!

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *